ARD TERMINI – SNIE NOLA CITTA’ DEI GIGLI 3-0 (25-23 25-17 25-14)

ARD TERMINI: Amatori 14, Li Muli 11, Palmieri 1, Seggiotti, Cavicchioli 2, Scarpulla 2, Miceli 7, Lombardo 14, Di Fresco, Catalano (L), Savoca n.e., Berlinghieri (L2) n.e. All. Pirrotta

SNIE NOLA CITTA’ DEI GIGLI: D’Aniello 1, Guarracino 1, Guadagnino 3, Palazzolo 2, Paura, Posillipo, Rispoli 7, Santoriello, De Martino 12, Angelillo (L). All. Quinto.

Arbitri: Ludovico Tullio ed Eleonora Caponi (C.R. Lazio).

 

AIPD Termini Imerese e ARD TerminiTERMINI IMERESE (PA). I sorrisi e gli abbracci delle rosanero, sotto la curva occupata dai sostenitori calorosi dell’Associazione Italiana Persone Down di Termini Imerese, sono la chiosa finale della convincente vittoria dell’ARD Termini tra le mura amiche nella terza giornata di campionato contro Nola Città dei Gigli. Arriva la prima vittoria della stagione per le ragazze capitanate da Tatiana Lombardo, e giunge proprio in casa al Palazzetto “Consales”. C’è voluto un primo set di pura analisi per mettere in testa alla squadra di Pirrotta che linearità e tranquillità nel gioco sono da sole la chiave di volta di questo gruppo che giorno dopo giorno dimostra grande coesione. Merito della sua condottiera Lombardo che nel momento in cui decide di entrare ufficialmente in gara nel primo set, precisamente dal 19 pari, trascina letteralmente la sua squadra verso la vittoria finale; merito del gioco al centro espresso da Amatori e Miceli, grazie all’intesa con la regista Seggiotti; merito, in specie, dei muri di Giada Amatori, capaci di annichilire e spegnere la temibile bocca di fuoco avversaria De Martino; merito, infine, di una difesa sempre più solida, con una Simona Catalano autrice inflessibile di tantissimi recuperi degni di nota. C’è spazio anche per una novità in casa Termini: l’arrivo nelle ultime ore della giovane abruzzese Noemi Palmieri, classe 1999, proveniente dalla Pallavolo Teatina Chieti di B2, che si è aggregata al gruppo ed è stata peraltro cofirmataria della conquista del primo set contro Nola.

Muro Amatori - Seggiotti

Recuperati integralmente gli infortuni patiti da alcune atlete, come nel caso di Tatiana Cavicchioli e della distorsione alla sua caviglia sinistra, Pirrotta si affida al suo sestetto tipo (Seggiotti in cabina di regia, opposto Cavicchioli, Lombardo e Li Muli asse di banda, Amatori e Miceli centrali, Catalano libero). Primo set equilibrato, segnato da qualche capovolgimento di fronte. Termini va forte all’inizio trovando il massimo vantaggio sul 10-5, con un turno di battuta tremendo di Marta Li Muli (autrice a fine gara di 6 aces) capace di toccare il nervo scoperto della ricezione avversaria nella zona coperta dal duo Guadagnino-Angelillo. Nola riesce ad interrompere il momento favorevole delle padrone di casa, e piazza un contro-break di 8-1, affidandosi alla potenza di De Martino ed agli errori in attacco e in battuta delle rosanero (11-13). Serve anche l’ingresso di Anna Scarpulla per riequilibrare il set e giocare testa a testa (19-19), poi Seggiotti inizia a spingere il gioco verso il suo capitano Lombardo ed il Termini mette la freccia, portandosi addirittura sul 24-21 con un ace dell’attaccante etnea. Il punto campano di Rispoli (24-22) suggerisce a Pirrotta di provare l’inedita soluzione di Noemi Palmieri su Cavicchioli, anche per alzare i centimetri a muro. Il primo tentativo in attacco dell’abruzzese non va a buon fine (24-23), poi la flemma è l’arma vincente e così l’opposto di Alba Adriatica tira un lungolinea che piega le mani antagoniste (25-23) (nel video, la diretta streaming della gara offerta da TeleTermini webtv).

Termini tira un sospiro di sollievo, e da quel momento non c’è più storia, in una gara che diventa così a senso unico. Nel secondo parziale le locali camminano sul velluto, anche se tanti sono gli errori avversari (25-17). Fotocopia più incisiva nel terzo ed ultimo set, dove sovrastano i muri di Amatori, i punti in attacco di Li Muli e le battute di Miceli. Simona Catalano è sempre più una certezza in seconda linea per le rosanero. Sul 23-10 Pirrotta piazza un doppio cambio, mettendo dentro Nadia Di Fresco e nuovamente Palmieri. Ma non c’è tempo per provare delle combinazioni: finisce 25-14 con l’errore al servizio di Guadagnino. L’ARD Termini si abbraccia al centro del campo, si regala la prima vittoria e la dedica subito ai suoi tifosi: i generosi dell’AIPD di Termini Imerese.

LE INTERVISTE. Le dichiarazioni della schiacciatrice Tatiana Lombardo e della centrale Chiara Miceli, a margine dell’incontro (interviste realizzate da TeleTermini Webtv)

Comments

comments