LINK CAMPUS CASTELLAMMARE STABIA – ARD TERMINI 3-2 (25-16 15-25 21-25 25-18 15-10)

LINK CAMPUS CASTELLAMMARE: Giaquinto 11, Del Vaglio 3, Liguori R. 19, Russo 7, Liguori S. 15, Incarnato 12, Sannino 1, Staiano 1, Maggipinto (L1) 1, Saetta (L2) n.e., Di Genua n.e., Aprile n.e. Castellano n.e. All. Lo Parco.

ARD TERMINI: Amatori 11, Palmieri 1, Li Muli 11, Seggiotti 1, Cavicchioli 13, Miceli 7, Bruno, Lombardo 25, Scarpulla, Catalano (L1), Savoca n.e., Di Fresco n.e. Berlinghieri (L2) n.e. All. Pirrotta.

Arbitri: Fabio Sumeraro e Claudia Francavilla (C.R. Fipav Puglia).

CASTELLAMMARE DI STABIA (NA). Che fosse una trasferta insidiosissima lo si sapeva fin dal principio. La gara fuori porta, disputata nel giorno dell’Immacolata, porta all’ARD Termini comunque un punto importante per il percorso di regular season di B2 femminile. Davanti un avversario di tutto rispetto, quel Castellammare di Stabia che – Aragona a parte – ha esibito sempre i muscoli davanti al proprio pubblico. Lo aveva dimostrato con Pedara, con le “cugine” del Terrasini, con Castelvetrano, e ieri contro le rosanero di Pirrotta.

Questa volta, però, non c’è stata la solita egemonia delle scorse partite. Questa volta, a dire il vero, Termini ha rischiato anche il colpaccio, quando alla fine del terzo set si è trovata a dirigere la gara sul 2-1. Poi c’è stato il ritorno in campo di Giaquinto e compagne, che hanno pareggiato e successivamente portato a casa il tie-break.

Dall’Istituto Di Capua le siciliane escono a testa alta, tra gli applausi, consapevoli di averci provato fino alla fine. Non è bastata la solida certezza dal nome di Tatiana Lombardo, da sola capace di conquistare praticamente un set in termini realizzativi, migliore realizzatrice della gara con 25 punti; così come, le sue colleghe andate in doppia cifra: l’altra Tatiana, Cavicchioli, autrice di 13 punti; Amatori e Li Muli con 11 palloni per terra.

Un primo set sottotono (25-16 per Castellammare), nel quale il sestetto proposto dal tecnico palermitano non ha rodato nel modo sperato (Seggiotti in regia, Palmieri opposto, Cavicchioli e Lombardo bande, Amatori e Miceli centrali, Catalano libero).

Nella seconda frazione, Termini è tornato in campo col piglio giusto, preferendo dal primo punto Marta Li Muli al posto di Palmieri. Bene il secondo e terzo parziale (15-25 e 21-25), poi black-out al quarto set (25-18). Tie-break giocato fino al 4-5 per l’ARD. Dopo solo di stampo campano, con le gemelle Liguori a dettare la dura legge del campo. Finisce 15-10, ed un 3-2 che consegna un punto guadagnato.

La 9^ giornata: Pizzo Calabro – Castelvetrano 3-1; Battipaglia – Kondor Catania 0-3; Castellammare di Stabia – ARD Termini 3-2; Santa Teresa – Giarre 3-0; Aragona – Pedara 3-0; Terrasini – Nola 3-0; riposa Reggio Calabria

La classifica: Santa Teresa* 24, Aragona* 21, Giarre 19, Kondor Catania 18, Reggio Calabria* 15, ARD Termini* 13, Pizzo Calabro* 12, Pedara* e Castellammare di Stabia* 11, Terrasini* 8, Castelvetrano 4, Battipaglia* e Nola 3.

(*) osservato il turno di riposo

Comments

comments