ARD TERMINI – SEAP PALLAVOLO ARAGONA 1-3 (26-24 11-25 24-26 20-25)

ARD TERMINI: Seggiotti, Palmieri, Lombardo, Amatori, Miceli, Li Muli, Di Fresco, Cavicchioli, Scarpulla, Catalano (L1), Berlinghieri (L2), Savoca, Bruno. All. Pirrotta.

ARAGONA: Baruffi, Composto, Do Nascimento, Macedo, Falcucci, Cammisa, Bicchieri, Marangon (L), Valente, Sicorello, Messina, Gabriele, Cusumano. All. Eliseo.

Arbitri: Sara Rossi e Nicola Badolato (C.T. Fipav Roma).

TERMINI IMERESE (PA). Non riesce il miracolo anticipato di Natale per l’ARD Termini, che al “Consales” perde per 3-1 contro la formazione probabilmente più in forma del campionato, la Seap Aragona. La vice capolista dell’ex di turno Ambra Composto ottiene il sesto successo consecutivo. In realtà la giornata diviene già grigia qualche minuto prima dell’inizio del match, per l’annuncio della scomparsa della suocera del ds Loredana Francofonte, alla quale tutta la società rosanero – dal presidente alle atlete – si stringe attorno al proprio dirigente.

Per dovere di cronaca sportiva, un primo set di grande equilibrio dove le rosanero, sospinte dal proprio pubblico, sorpassano l’eccellenza agrigentina nella seconda metà della frazione di gioco e conquistano il parziale ai vantaggi grazie ai colpi di Lombardo e Seggiotti (26-24). Di contro, un secondo set da incubo per Catalano e socie, trascinate dalle violente onde avversarie che lasciano poco spazio di manovra (11-25). Il grande rammarico si manifesta probabilmente nel terzo set: l’ARD Termini infatti non gestisce la situazione di vantaggio protratta fino al 22-20. L’esperienza avversaria si rende protagonista nelle battute finali. Prima il pareggio a firma di Do Nascimento e della battuta insidiosa di Bicchieri, poi il vantaggio e l’amministrazione controllata. Termini annulla un primo set-point, ma non riesce ad andare ad oltranza più del dovuto ed a capovolgere la situazione (24-26).

Al quarto set, la squadra di Pirrotta riesce a tenere testa fino al 14-14; troppo poco contro una compagine allestita a gran voce per il salto di categoria: finisce 20-25. L’ARD esce dal parquet tra gli applausi dei presenti. Non era facile contro un organico di alto livello, ma il patron Alioto può comunque ritenersi soddisfatto della sua squadra, salvo qualche episodio da recriminare alle proprie atlete proprio sul più bello del terzo parziale, ove una maggiore attenzione nelle fasi salienti avrebbe donato un bilanciamento diverso per l’esito dell’incontro.

Adesso sosta natalizia; si ricomincia sabato 5 gennaio 2019, questa volta in casa della capolista Santa Teresa di Riva (ore 18, contro la Farmacia Schultze Villa Zuccaro): altra gara impossibile, ma per l’ARD Termini il prossimo incontro potrebbe anche rappresentare un’inaspettata occasione di riscatto.

 

 

I RISULTATI DELLA 10^ GIORNATA. Pizzo Calabro – Battipaglia 3-0; ARD Termini – Aragona 1-3; Castelvetrano – Santa Teresa 0-3; Pedara – Reggio Calabria 0-3; Giarre – Terrasini 2-3; Nola – Castellammare di Stabia 0-3. Riposa Kondor Catania

LA CLASSIFICA. Santa Teresa* 27, Aragona* 24, Giarre 20, Reggio Calabria* e Kondor Catania* 18, Pizzo Calabro* 15, Castellammare di Stabia* 14, ARD Termini* 13, Pedara* 11, Terrasini* 10, Castelvetrano 4, Battipaglia* e Nola 3.

(*) Ha già osservato il turno di riposo

Comments

comments